Praticare yoga nei musei italiani o all’aperto

Lo yoga è Unione tra corpo e mente, fisico e meditazione insieme, una disciplina altamente trasformativa per chi la la pratica costantemente. Diventa parte del quotidiano, cambia lo stile di vita e il modo di approcciarsi alle situazioni. Per questo può essere praticato in ogni ambiente, anche quello più inusuale e sorprendente, basta che ti faccia sentire a proprio agio e si circondi di energia positiva.

Partita dagli Stati Uniti, anche in Italia sono ormai frequenti le occasione per ritrovarsi a praticare durante eventi dedicati o durante week-end e retreat più lunghi in cui lasciare a casa le distrazione e dare spazio al benessere di anima e corpo. Anche la scelta degli spazi può diventare un fattore importante per nutrire il cuore attraverso gli occhi e e praticare all’aperto o poter condividere una sequenza di asana all’interno di musei che aprono le loro porte alla pratica yoga, diventa ogni volta un’ esperienza unica; questi sono progetti ,eventi che coinvolgono un pubblico diversificato, ma che hanno il potere di unire curiosità, pratica e il desiderio di farsi travolgere e sorprendere dalla bellezza di cultura e natura.

L’arte incontra lo yoga nei musei italiani

Portare lo yoga ovunque è sempre più fattibile, poiché la contaminazione tra arte e meditazione trasforma un evento in un momento speciale in cui lasciarsi andare al proprio benessere interiore, tra il controllo profondo della propria respirazione, la connessione con l’ambiente circostante e l’approccio giusto per imparare a far rilassare mente e corpo.

È un’idea coinvolgente per lavorare su di sé ma anche per conoscere e riammirare il patrimonio culturale italiano, contemplando bellezze artistiche poco conosciute e imparando ad apprezzare lo yoga in contesti unici che diventano fonte di ispirazione. Lo yoga nei musei italiani, infatti, diventa un’occasione per scoprire la bellezza che ci sta attorno, esercitarsi a rallentare e a soffermarsi sui particolari.

Due esperienze da ricordare: Yoga in Triennale e Biblioteca degli Alberi

Ricordiamo due iniziative curate e sostenute da Trybe per far conoscere quanto può diventare magica e coinvolgente un’esperienza yoga tra arte, natura e meditazione.

L’esperienza dello Yoga in Triennale a Milano

Durante la mostra 999 domande alla Triennale di Milano, Francesca Senette ha tenuto una lezione esperienziale, in cui comunicare lo yoga in un concept legato alla casa come cura di noi stessi, all’abitare il nostro corpo per donargli energia positiva.
Durante la lezione, dopo una prima presentazione di Francesca che ha raccontato in breve l’esperienza, la classe yoga ha vissuto momenti di magia nell’unione tra benessere antico e contemporaneo.

Lo yoga in mezzo al verde alla Biblioteca degli Alberi

Grazie alle iniziative di BAM (Biblioteca degli Alberi di Milano), il progetto culturale nato nel 2019 per creare uno spazio verde curato, inclusivo e sostenibile in un contesto metropolitano come Milano, è stato organizzato “BAM yoga open air” un fitto calendario con appuntamenti fissi ogni venerdi, dedicati allo yoga in mezzo al verde di BAM con pratiche mattutine volte a dare spazio e far conoscere diversi tipi di yoga.

Le insegnanti di Trybe Francesca Senette, Camilla Vigorelli e Benedetta Benvenuto hanno tenuto lezioni di Hatha Yoga, Hatha Flow e Vinyasa Yoga a contatto con la natura tra i prati di BAM all’insegna della calma e al passo con il risveglio della città con la voglia di rallentare in mezzo alla frenesia urbana, prendersi un’ora per se rispettando il proprio corpo e tutto ciò che gli sta attorno, la natura, gli alberi e i meravigliosi fiori di campo all’interno di questo giardino botanico contemporaneo e aperto a tutti. Per concludere, queste esperienze evidenziano quanto lo yoga in tutte le sue parti,  sia portatrice di energia positiva e si possa praticare in ambienti molto vari e diversi tra loro che il più delle volte, resulteranno essere indimenticabile e prendersi un pezzo del nostro cuore.